Mondopallets

21 marzo 2024: giornata internazionale delle foreste

LE FORESTE CI DIFENDONO. SALVIAMOLE!

La giornata internazionale delle foreste si celebra ogni 21 marzo e fornisce uno spunto di riflessione fondamentale sull’importanza delle foreste per il nostro pianeta.

Gli alberi ci regalano ogni giorno benefici enormi: garantiscono il benessere del pianeta, preservano la biodiversità naturale e contribuiscono a combattere il cambiamento climatico grazie ai loro processi di fotosintesi.

Come emerge dal rapporto ISPRA le foreste attualmente si estendono su circa 4,1 miliardi di ettari, una superficie pari al 31% delle terre emerse del pianeta. Dal 1990 a oggi la superficie forestale mondiale è diminuita di 178 milioni di ettari, registrando un calo del 4,2%. Esse non sono equamente distribuite in tutto il mondo (FAO e UNEP, 2020), più della metà (54,1%) delle foreste del mondo si trova in soli cinque Paesi (Brasile, Canada, Cina, Federazione Russa e Stati Uniti d'America).

Frequenza, intensità e durata di incendi, uragani, siccità, gelate e propagazione di patogeni (virus, batteri e funghi) e parassiti (sostanzialmente insetti e ragni), incluse le specie aliene invasive che si spostano al di fuori dei loro habitat naturali, spesso a causa delle attività umane e dei cambiamenti climatici globali, rendono gli ecosistemi forestali ancora più vulnerabili e suscettibili.

LE FORESTE IN ITALIA

L’Italia ospita un’ampia varietà di boschi, diversi tra loro per composizione in specie, struttura, funzione, esigenze ecologiche. Dal secondo dopoguerra a oggi le foreste italiane sono aumentate costantemente, passando da 5,6 a 11,1 milioni di ettari. La crescita, avvenuta a spese delle superfici agricole e di terreni naturali e semi-naturali, ha subito un’accelerazione negli anni più recenti: dal 1985 al 2015 le foreste hanno avuto un incremento pari al 28%, passando da 8,7 a 11,1 milioni di ettari (Inventario Nazionale delle Foreste e del Carbonio, 2020).

GIORNATA MONDIALE DELLE FORESTE 2024: IL TEMA

Il tema della Giornata Internazionale delle Foreste 2024 è "Forests and Innovation" e pone l'accento sull'essenziale connubio tra conservazione forestale e progresso tecnologico. Questo tema evidenzia come le nuove tecnologie possano essere alleate fondamentali nella tutela delle foreste. L'innovazione nel settore forestale apre la strada a metodi più efficienti e meno invasivi per la conservazione degli habitat, garantendo al contempo che le foreste continuino a svolgere il loro ruolo cruciale nell'assorbimento di CO2 e nella fornitura di risorse vitali per la biodiversità

CORNO PALLETS AMICO DELLE FORESTE CON PRESSPALL

Recuperare materia prima dai rifiuti legnosi aiuta a difendere l’atmosfera; il legno, come rifiuto, emette metano ed anidride carbonica, tra i principali responsabili dell’effetto serra. Le emissioni di metano hanno origine dal processo di decomposizione degli scarti in legno, mentre l’anidride carbonica ,trattenuta nelle fibre di legno, viene rilasciata solamente quando il legno non viene più utilizzato.

Riciclare il legno significa preservare l'ambiente che ci circonda, trattare bene la materia prima, gli alberi, e ridurre l'impatto ambientale che un rifiuto legnoso abbandonato in discarica produce.

Per produrre il pallet in legno pressato Presspall  non è necessario abbattere nessun albero. Tutto il legno utilizzato per la sua produzione è certificato PEFC proviene da materiale di  recupero scelto: residui di lavorazione delle segherie e riciclo di imballaggi esausti vengono macinati, essiccati e successivamente amalgamati ad una resina naturale, andando a creare così nuovi pallet pronti per essere utilizzati.

L’utilizzo di questa materia prima consente di mantenere la cattura del carbonio per un periodo di tempo più lungo rispetto ad altri usi produttivi immediati, come ad esempio l’energia, riducendo l’impatto ambientale e offrendo soluzioni sostenibili innovative per le spedizioni in tutto il mondo.

LA RINASCITA INIZIA DA NOI!